immagine-icona
immagine-icona

B-education: idee che valgono è un progetto nazionale, promosso da BPER Banca in collaborazione con FEduF e CivicaMente, rivolto agli studenti universitari.
 

L'obiettivo del progetto è promuovere l’Educazione Finanziaria e la Sostenibilità come competenze di cittadinanza trasversali, puntando a:
 

  • Trasferire agli studenti concetti di educazione finanziaria e sostenibilità molto attuali, attraverso la creazione di contenuti, l’attivazione di sfide progettuali, l’organizzazione di eventi nelle Università e di workshop digitali sulla piattaforma.
  • Coinvolgere le Università italiane attraverso un progetto sviluppato dai giovani per i giovani.
  • Valutare di implementare concretamente sul territorio alcuni dei progetti migliori come parte integrante del programma di educazione finanziaria di BPER Banca.

Siamo pronti per partire con la seconda edizione del progetto con qualche novità in arrivo.

Come funziona il progetto e la piattaforma B-education: idee che valgono?
B-education: idee che valgono è caratterizzato da 3 fasi di lavoro modulari:
Collegamento di esempio
1 - LEARN
Per approfondire 11 temi di Educazione Finanziaria e alla Sostenibilità individuati
2 - MEET
Per scambiare idee e opinioni con altri partecipanti ma anche per chiarire dubbi o porre domande
3 - MAKE
Per candidarsi alle borse di studio in palio e sfidare altri gruppi di lavoro nella creazione di un progetto di educazione finanziaria

1 - VOTE

Dal 10 ottobre al 30 novembre 2022

La prima fase del progetto si è svolta dal 10 ottobre al 30 novembre 2022. Per poter votare era necessario registrarsi alla piattaforma, in modo da poter poi visualizzare i 15 video tematici presenti nella sezione "VOTE" e votare quelli da approfondire come oggetto delle unità formative presenti nell’area LEARN.

1 - LEARN

Dal 29 aprile al 29 luglio 2024

Area ad accesso esclusivo degli studenti destinata alla formazione in e-learning in cui è possibile fruire di 11 moduli formativi sui temi di finanza e sostenibilità. Oltre a questi è presente un modulo curato da ASviS. 

Al completamento della fase formativa è possibile scaricare un attestato di partecipazione da poter allegare al proprio CV. 

2 - MEET

Nell'area MEET si trovano news e aggiornamenti costanti. È uno spazio in cui ci si può scambiare idee e opinioni all’interno del forum studentesco, si possono chiarire dubbi o porre domande. 

3 – MAKE

Candidature dal 30 luglio al 6 settembre 2024

Project work dei gruppi dal 16 settembre al 16 dicembre 2024
 

È possibile candidarsi individualmente o con il proprio gruppo tra il 30 luglio e il 6 settembre 2024  per l’ottenimento di borse di studio fino a 3.000 euro. Per farlo sarà necessario aver completato la fase formativa dell’Area LEARN. 

Il gruppo di lavoro sarà composto da un minimo di 2  ad un massimo di 4 componenti: per chi partecipa da solo, il sistema inserirà gli studenti automaticamente in un team. 

Ogni gruppo di lavoro ha come incarico quello di sviluppare, tra il 16 settembre e il 16 dicembre 2024, un progetto di educazione finanziaria su uno dei temi approfonditi nell’area LEARN rivolto a un target a scelta. Il lavoro di progettazione è inoltre seguito dai tutor appositamente identificati, con i quali sarà possibile confrontarsi in occasione di 3 eventi digitali in plenaria fruibili direttamente dalla piattaforma e di diversi coffee hours. 

Sono previsti inoltre due workshop sulle soft skills:

  1. Team Building e Gestione Conflitti 
  2. Presentazioni e Comunicazione Efficace  
Anche al completamento della fase MAKE è possibile scaricare un attestato di partecipazione. 

Conclusa la fase di sviluppo e di caricamento dell’elaborato, il Comitato Scientifico valuterà i contributi dal 17 dicembre 2024 al 15 gennaio 2025 e a fine gennaio 2025 si svolgerà l’evento finale con l’assegnazione di borse di studio o altri premi per i 6 gruppi vincitori.

La prima edizione del progetto

A vincere la prima edizione di "B-education: idee che valgono" è stata l’app Harmoney,
ideata da Emanuele Sacco, dell’Università degli Studi di Milano, Alin Tomulet dell’Università
Bicocca di Milano, Pietro Cappellini della Nuova Accademia di Belle Arti di Milano e Luigi
Masini
del Politecnico di Milano.

Emanuele Sacco spiega com’è nato il progetto Harmoney: “L’educazione finanziaria è una
tematica che riguarda tutti prima o poi nel corso della vita e la scarsità di conoscenza che c’è nel
paese è profonda. Affrontare questo problema e promuovere una maggiore consapevolezza e
comprensione finanziaria tra i giovani è cruciale. Cercavamo una soluzione che parlasse la nostra
lingua, proprio per questo Harmoney racchiude in sé gli aspetti che caratterizzano la nostra
generazione: innovazione tecnologica, apprendimento personalizzato e applicazione pratica oltre alla conoscenza teorica”.

La prima edizione del progetto

A vincere la prima edizione di "B-education: idee che valgono" è stata l’app Harmoney, ideata da Emanuele Sacco, dell’Università degli Studi di Milano, Alin Tomulet dell’Università
Bicocca di Milano, Pietro Cappellini della Nuova Accademia di Belle Arti di Milano e Luigi Masini del Politecnico di Milano.

Emanuele Sacco spiega com’è nato il progetto Harmoney: “L’educazione finanziaria è una tematica che riguarda tutti prima o poi nel corso della vita e la scarsità di conoscenza che c’è nel paese è profonda. Affrontare questo problema e promuovere una maggiore consapevolezza e comprensione finanziaria tra i giovani è cruciale. Cercavamo una soluzione che parlasse la nostra lingua, proprio per questo Harmoney racchiude in sé gli aspetti che caratterizzano la nostra generazione: innovazione tecnologica, apprendimento personalizzato e applicazione pratica oltre alla conoscenza teorica”.

Vuoi ricevere aggiornamenti?

Aggregatore Risorse